Cambiare La Traiettoria Di Collisione Con La Morte

1Viaggiando internazionalmente tanto come faccio io, vedo scienziati per il mondo che parlano di quello che sta succedendo con la nostra terra da una prospettiva diversa da quella che i media presentano negli Stati Uniti. In Australia gli scienziati dicono che per il 2043, tutti i pesci saranno d’allevamento e non ci saranno più pesci selvaggi nell’oceano. In Svezia dicono che il 90% della popolazione del Mare del Nord è scomparsa negli ultimi 100 anni. La quantità del pesce nel Mare del Nord è scesa al 4% rispetto a quello che era 100 anni  fa. In Australia ci sono stati più attacchi di squali negli ultimi 5 anni di quanti ce ne sono stati negli ultimi 25. Il numero delle eruzioni vulcaniche negli ultimi 200 anni è stato più grande che negli ultimi 4,000 anni. Inizi a vedere che ci sono più disastri naturali che stanno accadendo. Inizi a vedere l’informazione sullo scioglimento dei poli, gli orsi polari che muoiono di fame, il numero di specie che moriranno per il cambiamento nell’equilibrio ecologico e nell’energia del mondo.

Non ci sono abbastanza di noi che riconoscono che dev’esserci un cambiamento radicale sul pianeta terra. Al ritmo a cui stiamo andando, a meno di non cambiare qualcosa dinamicamente, la terra è in traiettoria di collisione con la morte. Non so come apparirà questo cambiamento. Forse significa che ci sono talmente tanti disastri naturali sul pianeta terra da far sì che le persone si sveglino e realizzino che devono fare qualcosa diversamente e che la loro realtà economica non è la fonte di tutto. Le cose devono cambiare nei prossimi dieci anni, o siamo in una traiettoria di collisione insieme al pianeta che sta morendo. Questo non è accettabile per me.

“Come sarebbe se fossi disposto a contribuire ai disastri naturali che devono avvenire sul pianeta terra?”

Come sarebbe se fossi disposto a contribuire ai disastri naturali che devono avvenire sul pianeta terra? Hai considerato che potrebbero dover avvenire per poter creare cambiamento? Se abbastanza disastri naturali avvengono, le persone inizieranno a guardare da uno spazio diverso. Devi essere disposto ad essere non solo tutto quello che è accettabile dagli altri, ma anche tutto quanto risulta inaccettabile agli altri. Quelli di voi che hanno figli devono accedere a tutto quanto ciò che sono; altrimenti i vostri figli non avranno nulla da ereditare.

Un pò di tempo fa Newsweek aveva un articolo intitolato “100 Posti Da Vedere Prima Che Scompaiano”. Se il riscaldamento globale continua, fra 100 anni in Svezia non rimarrà più alcuna foresta.Se continuiamo la strada che stiamo percorrendo, nell’arco di 50 anni alcune regioni dei vini non avranno più vini. A causa dell’inquinamento che stiamo creando nell’oceano, non cisaranno più perle. Venezia potrebbe diventare presto la nuova città sottomarina. E se dovessi andarci con l’equipaggiamento da sub?

Alcuni luoghi ecologicamente sensibili stanno venendo distrutti in modo piuttosto dinamico e veloce e così ti raccomandano di andare a vederli prima che spariscano. Quando vedi queste cose, inizi a realizzare che siamo in una traiettoria di collisione col disastro. Che cosa deve cambiare quì sul pianeta terra? Che cosa sei disposto a cambiare quì sul pianeta terra? Riciclare funziona alla grande. Ma non è abbastanza. Essere consapevoli funziona alla grande. Ma non è abbastanza. Cambiare realtà… si tratta forse di una possibilità? Se facessi questo, sarebbe abbastanza? C’era un articolo di National Geographic sul Parco Nazionale di Yellowstone. L’ultima volta cha ha eruttato è stato 640,000 anni fa. L’ultima volta prima di questa, ha eruttato 640,000 anni prima. Si tratta essenzialmente di un super vulcano. Potrebbe eruttare di nuovo. Se questo succede, potremmo avere un inverno nucleare. Potrebbe far abbassare la temperatura della Terra di addirittura 15 gradi, praticamente in modo istantaneo.

Piuttosto che deprimersi per tutto questo, potresti realizzare che si tratta di una buona informazione ed essere disposto ad essere consapevole. Se sei disposto ad essere più consapevole, sopravviverai.

Il Vecchio Fedele non è più fedele. Non sanno cosa sta succedendo. Ogni tanto senti di una mandria di bufali che si stende a terra e muore perché c’é una maggiore quantità di acido rilasciata nell’aria ed in quanto tale la mandria muore. Queste cose stanno succedendo e tuttavia nessuno ne parla. Negli Stati Uniti definitivamente non ne parlano.

Ci sono stati meno cambiamenti climatici negli ultimi 2,000 anni che in qualsiasi altro periodo della storia. Chi è stato in carica? L’umanità. Dire che non causiamo un effetto è una bugia. Ovviamente il punto di vista dell’uomo è che vuole che le cose rimangano uguali. Ma la realtà è che il cambiamento è ciò che davvero è normale. Cos’è realmente normale che stiamo evitando, non permettendo al pianeta di cambiare? L’abbiamo tenuto in cattività per 2,000 anni. Dovrà rimettersi al passo con quello che sarebbe stato il normale cambiamento climatico. Non possiamo controllare la Terra totalmente, ma possiamo avere un effetto su di essa.

La scienza ci dice che se guardiamo una molecola, ne cambiamo la forma e struttura, semplicemente guardandola. Ovunque abbiamo focalizzato la nostra attenzione o ovunque abbiamo prestato la nostra attenzione o deciso che qualcosa aveva bisogno di essere in un certo modo, abbiamo creato un effetto. Non necessariamente un effetto positivo. Abbiamo trapanato sotto l’oceano, estraendo il petrolio e riempiendo il buco con acqua salata. Che cosa dissipa il calore più velocemente: l’acqua o il petrolio? L’acqua. Quindi la dissipazione attraverso l’acqua è molto più veloce, il che significa che abbiamo aumentato la temperatura degli oceani. Questo potrebbe spiegare come mai ci sia più riscaldamento globale sotto le cappe di ghiaccio che sopra le cappe di ghiaccio.

Quante bombe atomiche abbiamo piazzato sotto terra? Avranno qualche effetto sulle crepe e faglie nella superficie della terra? Nonostante ciò ci chiediamo perché, quando il Pakistan ha piazzato un’intera serie di bombe sotto terra, hanno avuto il peggiore terremoto nella loro storia seguito da enormi inondazioni. Il ciclo naturale delle cose è stato perturbato. Potrebbe essere che la terra stia reagendo?

Agiamo come se la terra non avesse consapevolezza e non avesse punto di vista, il che è assurdo. Piuttosto che diventare assistenti della terra, la usiamo, ne abusiamo e prendiamo da essa ciò che vogliamo. Come sarebbe se la trattassimo diversamente? Come sarebbe se fossimo più disposti ad avere un equilibrio nel vivere? Gli insetti e gli animali possono mostrarci talmente tanto, ma abbiamo bisogno di avere quella comunione con la terra così da sapere dove andare, dove non essere, quando andare e quando non andare.

 “La cosa principale non è entrare in panico, ma essere consapevoli”

La cosa principale non è entrare in panico, ma essere consapevoli. Se sei consapevole, sarai fuori città il giorno che succede qualcosa. Al ritmo al quale stanno andando le cose, dobbiamo cambiare le cose dinamicamente quì o la sopravvivenza della terra potrebbe essere a rischio. Non si tratta di riciclare per fare un cambiamento. Questa è una grande idea, dovrebbe essere realizzata e non è abbastanza. È troppo tardi.

Non possiamo interrompere le perforazioni petrolifere. Non possiamo arrestare la fuoriuscita di petrolio che avviene. Non possiamo arrestare le persone che stanno cercando di fare qualche soldo in più, che conducono una petroliera ad incagliarsi sulla Grande Barriera Corallina -l’ottava meraviglia del mondo- e la uccidono. Per un soldo, uccideremo qualsiasi cosa. La fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico è stat publicizzata perché si trova così vicino agli Stati Uniti. Apparentemente fuori dalle coste della Nigeria, hanno fuoriuscite di petrolio di portata simile ogni anno. Questo inquinamento tocca l’equilibrio della vita. La terra è un organismo vivente. Si muove e cambia continuamente. Il cambiamento non è negativo, ma la inconsapevolezza crea un cambiamento in una direzione che va verso la morte, non verso il vivere.

Abbiamo bisogno di essere più consapevoli. Se abbiamo consapevolezza, possiamo cambiare le cose. Se non abbiamo consapevolezza, non possiamo cambiare le cose. Il più dannoso rifiuto tossico sul pianeta è la rabbia, ira, furia e odio che le persone esprimono ogni giorno. Qualcuno di voi si è mai chiesto perché il Medio Oriente è arido? Per quando tempo hanno combattuto tutto e tutti? Migliaia di anni. Questa è un’area dove le persone compiono enormi quantità di rabbia, ira, furia ed odio e pensano che questa sia la fonte del potere e della potenza e delle possibilità della vita.

Vuoi davvero cambiare la terra? Sii felice. La tua felicità è quello che aiuterà la terra a prosperare. È richiesta una cosa sola: scelta. Scelta della felicità. Come sarebbe se fossi felice quando nessun’altro lo è? Tu, come forza della felicità, puoi annullare 100 persone dall’infelicità. Sono stati fatti degli studi per mostrare che se emani odio verso una pianta, quella si secca e muore. Non credi che la terra senta tutto questo? Ma le persone sono di fretta tutto il giorno, essendo arrabbiati, pieni di ira, furiosi ed usando la loro rabbia come un’arma, continuamente. Per me questo è il rifiuto più tossico.

“Se non hai resistenza e reazione e nessun allineamento ed accordo, è molto difficile per chiunque mantenere la loro rabbia, ira, furia ed odio.”

Se sei in allowance, puoi vedere quello che le persone stanno facendo ma non vi attribuisci alcun allineamento ed accordo (che lo rende più influente) o resistenza e reazione (che lo raddoppia). Se non hai resistenza e reazione e nessun allineamento ed accordo, è molto difficile per chiunque mantenere la loro rabbia, ira, furia ed odio. L’allowance è la chiave. Se davvero vuoi salvare il pianeta, forse vorrai mettere in pratica questo ed incoraggiare le persone a metterla in pratica anche loro. La tua rabbia ed il tuo giudizio uccide il pianeta. La tua gioia, risata, le tue scelte di vivere la tua vita come una celebrazione: queste generano il pianeta. Questo è un concetto totalmente diverso di quello che è il vero inquinamento.